«

»

feb 19

Goat’s Notes – Cosmic Circus

736Le registrazioni live qui presentate provengono da due sedute, l’una registrata in Russia e l’altra in Francia dalla band Goat’s Notes che mette insieme musicisti dei due paesi in una interessante e riuscita collaborazione fra quartetto d’arci e combo jazz. Quel che viene fuori è un nonetto abbasta amalgamato nelle esecuzioni e che sa bene integrare le due anime, quella jazz e quella classica, dando al quartetto d’archi un ruolo che va al di là del solito accompagnamento sullo sfondo. Gregory Sandomirsky al pianoforte, Vladimir Kudryavtsev al contrabbasso, Piotr Talay alla batteria, Andrey Bessonov al clarinetto, Ilya Vilkov al trombone e Pierre Lambia al sax contralto sono insieme agli archi di Maria Logofet al violino, Sabine Bouthinon alla viola e Hughes Vincent al violoncello. Il gruppo ha esperienza con il jazz, con le forme dell’avanguardia cosí come con dei momenti alla Charles Mingus, sono tutti musicisti ricchi di esperienza che prendono assoli di tutto rispetto ai loro strumenti. Last Show On Praxis è uno di quei brani che sarebbe piaciuto tanto negli anni ’60, ottimo l’intervento del pianoforte,i clusters, uno swing ricercato con le spazzole, gli assoli del clarinettista e della violinista, un’atmosfera ricca di tensione in cui la band sembra trovarsi perfettamente a suo agio. Ancora ricco di swing, con protagonista il trombonista è Dancing Planet, uno di quei brani che avrebbe fatto la gioia di un Mingus. In effetti la band sa ben gestire le sue diverse ispirazioni. arrivano anche altri momenti, l’elegiaco Zero Gravity Breakfeast con protagonista il contrabbassista Vladimir Kudryavtsev con l’archetto, mentre la ritmica rimane fuori. Piú sul versante classico gli archi di Circus In Heliosphere, poco più di un minuto e mezzo di dialogo insieme al pianoforte. Sul lungo No Place Like Home ritorna lo swing, dei momenti di free bop di squisita fattura, che riportano la musica sul versante pu americano. Insomma una band che nelle due registrazioni ha colto i momenti migliori, prodotti dal contrabbassista insieme a Leo Feigin, e che ha realizzato un’opera notevole e che si spera che ha sicuramente delle possibilità di ulteriore sviluppo.

Genere: avanguardia
Label: Leo Records
Anno 2016

 

Tracklist

 

01. Cosmic Villages Rondo
02. Turbulence
03. Magnetic Field Variation
04. Local Clowns
05. Oracle
06. Last Show On Praxis
07. Dancing Planet
08. Zero Gravity Breakfast
09. Black Market
10. Circus In Heliosphere
11. No Place Like Home
12. “Forever” Bar & Grill
13. Moonshiner’s Take Off
14. Gypsie
15. Aurora

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>