Category Archive: Recensioni

gen 14

Roberto Magris Sextet live in Miami @ the WDNA Jazz Gallery

cd_cover_550

Roberto Magris è di Trieste ed ha trovato una seconda patria in USA, dove continua a incidere con regolarità con la J Moods Records, oltre a farsi conoscere nei numerosi concerti tenuti da quelle parti. La nuova incisione è un live tenuto in Florida a Miami con un sestetto in cui figurano musicisti di tutto …

Continua la lettura »

gen 13

Andrea Massaria / Clementine Gasser – The Spring of My Life

cover_3

Il disco in questione è ispirato dall’arte giapponese dell’Haiku di Kobayashi Issa, uno dei più importanti poeti del paese del sol levante. Ognuno dei due protagonisti, Andrea Massaria alla chitarra elettrica e Clementine Gasser al violoncello a cinque corde, ha scelto sei Haiku. Il minimalismo delle poesie originali è stato trasferito in notazioni convenzionali ed …

Continua la lettura »

gen 01

Pilgrims – Oriental Orbit

802

I tre musicisti che si sono dati il nome di Pilgrims hanno già inciso per Leo Records nel 2013 ed ora ritornano con questo disco, ancora un viaggio attraverso i luoghi più disparati insieme a strumenti che provengono dalle tante tradizioni folkloriche del mondo intero. Risiedono in Svizzera, ma solo il chitarrista Marco Jencarelli proviene …

Continua la lettura »

dic 31

Pat Battstone, Marialuisa Capurso, Adolfo La Volpe, Mariasole de Pascali, Francesco Massaro, Giacomo Mongelli – Elements

821

Oltre a delle session in studio ben pianificate o corrette a posteriori con l’inserimento di sovraregistrazioni, esistono anche quelle sizuazioni improvvisate, in cui si va in studio senza spartiti e senza avere alcuna idea su quello che spunterà dall’incontro. È il caso di questa incisione di un sestetto con l’americano Pat Battstone alle tastiere ed …

Continua la lettura »

dic 29

Luca Sisera Roofer feat. Alexey Kruglov – Moscow Files

811

Il quintetto intorno al contrabbassista svizzero Luca Sisera è costituito da connazionali molto esperti in tutti i generi, con una ricca discografia alle spalle. La ritmica è completata da Michi Stulz alla batteria e Yves Theiler al pianoforte. Ai fiati per questa seconda incisione della band il nuovo trombonista Maurus Twerenbold e Michael Jaeger al …

Continua la lettura »

dic 28

Jet Lemon Band – Led Zeppellin II in the Key of Jazz

822

La band in questione, la Jet Lemon Band, è attiva dal 2014 prima facendo delle cover di brani rock degli anni `70 per poi focalizzare la propria attenzione sui Led Zeppellin II trovando così la giusta ispirazione e degli arrangiamenti ricchi di inventiva per la musica scelta. I protagonisti sono un quintetto di due musicisti …

Continua la lettura »

dic 27

Ghiglioni / Potts / Lenoci – No Baby

244

Un disco insolito, per la formazione e per la durata, settandue minuti, ma che non stanca mai. Si può così sintetizzare questa ispirata incisione del trio della nota cantante Tiziana Ghiglioni insieme al sassofonista soprano e contralto Steve Potts ed a Gianni Lenoci al pianoforte. Tutti e tre hanno avuto un proficuo contatto con Steve …

Continua la lettura »

dic 26

McCandless, Taylor, Balducci, Rabbia – Evansiana

223

Il quartetto messo assieme da Pierluigi Balducci per Blue from Heaven del 2013 è ritornato ancora una volta in studio l’anno dopo. Lì c’erano dei brani che venivano dalla penna di Brad Mehldau, per questa registrazione si sono scelte le composizioni di Bill Evans ottenendo un grande risultato. I musicisti sono il pianista inglese John …

Continua la lettura »

dic 25

Roberto Ottaviano QuarkTet – Sideralis

232

Da consumato musicista e insegnante qual’è il sassofonista soprano (ma su questa incisione anche ai sax sopranino, alto e baritono) Roberto Ottaviano anche questa volta ci offre un’incisione dalla notevole forza espressiva, incisa insieme ad una ritmica d’eccezione. Con lui il pianista inglese Alexander Hawkins ed i due americani Michael Formanek al contrabbasso e Gerry …

Continua la lettura »

dic 24

Francesco Venerucci feat. Dave Liebman – Early Afternoon

235

Dal tango al jazz, dalla composizione all’improvvisazione, Francesco Venerucci è un musicista versatile e ricco di interessi, non solo la musica, anche la letteratura fa parte del suo mondo. Alle radici di questo disco sta un’invito nel 2011 dell’associazione Amore e Psiche a tenere un concerto presso la loro sede, una libreria del centro storico …

Continua la lettura »

Post precedenti «