Category Archive: Recensioni

mag 24

Aardvark Jazz Orchestra – Faces of Soul

877

La Aardvark Jazz Orchestra guidata da Mark Harvey è ora arrivata alla decima incisione per la Leo Records e alla stagione numero 48. I musicisti all’opera sono ben venti, K.C. Dunbar e Jeanne Snodgrass alle trombe, nella sezione sax Dan Zupan al sax baritono e clarinetto, Phil Scarff ai sax tenore, soprano e sopranino e …

Continua la lettura »

mag 22

Potsa Lotsa XL – Silk Songs for Space Dogs

silke-eberhard-potsa-lotsa-xl-silk-songs-for-space-dogs-20200519095045

La sassofonista contralto berlinese Silke Eberhard è una mente creativa sempre alla ricerca del nuovo, delle possibilità insite nella possibilità di fare musica con tutti i gruppi possibili, dal trio a, come su questo nuovo album, dieci esecutori. Si è occupata nel passato della musica di Eric Dolphy, sia eseguendola che studiandone le composizioni, non …

Continua la lettura »

mag 22

Ferdinando Romano featuring Ralph Alessi – Totem

242-Front-Square-2-450x450

Il contrabbassista fiorentimo Ferdinando Romano è qui alle prese con il disco d’esordio, una gran bella sorpresa, inciso per la casa discografica norvegese Losen Records. Ha fatto le cose con cura, sia in sede di incisione, grazie a Stafano Amerio in sala di incisione, e sia per il gruppo che ha messo insieme, tutti bravissimi …

Continua la lettura »

mag 18

Urs Blöchinger Revisited – Harry Doesn´t Mind

3.) Blö-cover outside -ORIGINAL

La figura del sassofonista e compositore Urs Blöchinger ha lasciato un’impronta importante nella comunità dei jazzisti svizzeri. Ha scritto tanto per il teatro ed il cinema, è stato insomma un personaggio globale la cui mancanza nel 1995 ha lasciato un vuoto. Il recente disco inciso per la Leo Records da un settetto comprende Dieter Ulrich …

Continua la lettura »

mag 16

Giulio Scaramella – Opaco

cover_Opaco_Giulio Scaramella Trio

Il pianista di Gorizia Giulio Scaramella ha studiato e suonato per il mondo accumulando una vasta esperienza, così come gli altri del suo trio, Federico Missio ai sax soprano, contralto e tenore e Mattia Magatelli al contrabbasso. La loro musica ha qualcosa di seducente, al di là degli schemi più usuali, ben sostenuta da quarto …

Continua la lettura »

mag 11

Frank Schubert / Dieter Manderscheid / Martin Blume – Spindrift

883

I tre musicisti tedeschi qui coinvolti, si tratta di una registrazione effettuata al Loft di Colonia sono degli esponenti dell’improvvisazione che hanno trovato il momento e l’ispirazione giusta per incontrarsi e dare vita ad una lunga session divisa in due brani, il primo di oltre 34 minuti, il secondo supera la mezzora. Frank Paul Schubert …

Continua la lettura »

mag 11

Carlo Cattano Quartet – Lines

a2790438550_2

Il jazz in Sicilia continua a mostrare idee e di essere al livello delle migliori realtà italiane, nonostante le continue difficoltà, non ultime quelle legate al Corona virus. Carlo Cattano al sax baritono ed ai flauti, guida un quartetto insieme a Paolo Sorge alla chitarra elettrica, Alessandro Nobile al contrabbasso e Antonio Moncada alla batteria …

Continua la lettura »

mag 03

Ivo Perelman / Matthew Shipp – Amalgam

cover4kx4k

Per il trentennale dell’esordio discografico del sassofonista brasiliano Ivo Perelman si è scelto di festeggiare ed con un nuovo album del duo insieme al pianista afroamericano Matthew Shipp, una collaborazione che dura da anni e che ha dato come risultato degli album dalla musica intensa, vibrante, che sfugge dalle solite categorie. Si tratta di musica …

Continua la lettura »

mag 01

Mark Harvey Group – A Rite for All Souls

rite-front-cover-jpeg-rdcp_1

Conosciamo ormai Mark Harvey come un affermato musicista ed arrangiatore alla guida della Aardvark Orchestra di Boston e che ha spesso suonato insieme a tanti dei grossi nomi del jazz contemporaneo. Questo doppio album è però qualcosa di speciale, si tratta di un concerto tenuto nel 1971 presso la Old West Church di Boston, ritrovato …

Continua la lettura »

apr 25

Tommaso Gambini – The Machine Stops

cover_the machine stops 1440

In questo disco d’esordio di Tommaso Gambini alla chitarra elettrica e syntetizzatore il titolo è ispirato da un racconto pubblicato nel 1909 dal famoso scrittore inglese Edward Morgan Forster. I protagonisti vivono in un mondo distopico in cui una macchina controlla tutti gli aspetti della vita umana, un aspetto del racconto che Gambini collega al …

Continua la lettura »

Post precedenti «